Cosa sono le emozioni? Come si originano? Servono a qualcosa? Come mai le proviamo?

Le emozioni sono dei processi. Un po’ come i pensieri. Originano nel sistema nervoso, precisamente partono da una rete di strutture corticali e sottocorticali definite “sistema limbico”, sito nel nostro cervello.

Le emozioni servono al punto che il motivo prevalente per cui le proviamo è strettamente legato alla nostra sopravvivenza!

Quali sono le emozioni?

La paura

Se i nostri antenati non avessero avuto paura del fuoco, per esempio, forse la nostra specie si sarebbe estinta. Ancora oggi guardiamo a sinistra e a destra la strada quando attraverso sulle strisce pedonali. Sicuramente è la forza dell’abitudine che fa eseguire questo gesto, ma in primis è la paura che porta a farlo. Chi non ha paura, non sente la spinta a guardare la strada. Se non avessimo paura quando vediamo nostro figlio/a che si sporge dal balcone, probabilmente non lo/la salveremmo in tempo. In ottica evoluzionistica, non tuteleremmo la nostra specie.

Le emozioni di preoccupazione e ansia

Se non provassimo preoccupazione per un esame, non ci prepareremmo a sufficienza: chi ha voglia di studiare, se non sente nemmeno un minimo di ansia? Non metteremmo impegno né coinvolgimento nelle nostre azioni.

L’emozione della gioia

Ancora, immaginiamo una vita senta gioia: come potremmo capire se nostro figlio/nostra figlia sta bene, se non provasse gioia? Come potremmo instaurare relazioni, senza gioia?

La tristezza

Come faremmo a capire se un lavoro non fa per noi, se non proviamo tristezza? La tristezza ha la preziosa funzione di generare un raccoglimento in noi stessi/e e di riflettere sul motivo per cui ci sentiamo tristi. Ne consegue che è proprio grazie alla tristezza che molte volte si verifica uno stimolo al cambiamento.

La rabbia

Esistono numerosissimi studi e ricerche sulle emozioni. Sappiamo che esistono delle emozioni dette “di base”, nel senso che veniamo addirittura al mondo con un “corredo emotivo”: nasciamo già con la capacità di provare gioia, rabbia, tristezza, paura, disgusto. Come farebbe un neonato a manifestare la propria fame, se non piangesse? E il pianto non è solo legato alla tristezza, ma anche alla rabbia. Come faremmo a esprimere un’ingiustizia e a comunicare i nostri valori, senza rabbia? La rabbia serve infatti per questo: comunica un’ingiustizia o un torto subito, una frustrazione o una insoddisfazione, una mancanza di rispetto.

Cosa sono le emozioni

Psicologia ed emozioni

In psicologia le emozioni hanno un enorme valore. Spesso sono oggetto di approfondimento all’interno di un percorso di terapia: a volte capita infatti che siano troppo eccessive oppure ipergeneralizzate a vari contesti quotidiani – ad esempio, persone che sono molto tristi, lo sono per la maggior parte della giornata e lo sono trasversalmente a casa, sul lavoro, nella rete sociale.

Intelligenza emotiva

Una persona che è in grado di riconoscere le emozioni, discriminarle, etichettarle con il nome giusto è una persona con una valida intelligenza emotiva. A cosa serve? A tantissime cose: alleviare lo stress, comunicare in maniera efficace instaurando relazioni proficue, mettersi nei panni delle altre persone (empatia), disinnescare litigi e conflitti, comprendere meglio se stessi/e…

Infine, è bene conoscere un ulteriore specifica: non esistono emozioni giuste o sbagliate, né positive o negative, né bello o brutte. Ogni emozione è valida e utile, come abbiamo visto. Ciascuna permette di segnalare a noi o alle altre persone che qualcosa va oppure non va. Sicuramente si può parlare di emozioni spiacevoli e piacevoli, nel senso che alcune ci piacciono di più (gioia) e altre di meno (tristezza), ma tutte hanno un valore e una funzione volta alla nostra sopravvivenza.

Silvia Bosio Psicologa

Fissa un colloquio con la dott.ssa Silvia Bosio

Centro Psicologia InTerapia
Indirizzo: Via A. Ramazzotti, 20, 21047 Saronno VA
Telefono: 375 568 1922

BIBLIOGRAFIA:

Feldman R. S., Amoretti G. & Ciceri M. R. (2021), Psicologia generale, McGraw-Hill.

Goleman D. (2011), Intelligenza emotiva. Che cos’è e perché può renderci felici, Rizzoli.

Ledoux J. (2014), Il cervello emotivo. Alle origini delle emozioni, Baldini & Castoldi.

5/5 - (1 vote)
Iscriviti alla newsletter di interapia

Iscriviti alla newsletter di interapia

Iscriviti alla newsletter del Centro Interapia per ricevere le ultime notizie di psicologia direttamente e in maniera gratuita nella tua casella di posta.

Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter