Spesso nel corso della vita si presenta la necessità di dover affrontare dei cambiamenti (la fine o l’inizio di una relazione sentimentale, la perdita del posto di lavoro, il trasferimento in un’altra città, la perdita di una persona cara, un trasloco, la nascita di un figlio). I cambiamenti possono essere positivi o negativi, scelti o imposti; possono produrre gioia, frustrazione, paura del nuovo, tristezza legata a ciò che si lascia; tuttavia ciò che hanno in comune è che spesso destabilizzano e richiedono di adattarsi a delle nuove condizioni. Le seguenti strategie possono essere di aiuto nell’affrontare al meglio il cambiamento.

  1. Ascolta le tue emozioni: cerca di notare quali emozioni produce il cambiamento in corso e accettale. Evita pensieri del tipo: “Gli altri al posto mio sarebbero felici” o “Non dovrei sentirmi in questo modo”: che ti piaccia o no, questo è ciò che provi.
    Cerca piuttosto di comprendere perché ti senti in questo modo e su quali elementi del processo puoi agire attivamente con lo scopo di ridurre la sofferenza.

  2. Raccogli informazioni: sicuramente un modo per ridurre lo stress è quello di raccogliere quante più informazioni possibili sulla nuova situazione a cui andiamo incontro. Potrebbe essere utile annotare tutti i dubbi che si hanno a riguardo e cercare le risposte a tali domande. Questo può anche aiutare a distinguere i pensieri “sani”, ovvero gli interrogativi leciti, dal rimuginio, ovvero da quei pensieri catastrofici che rendono l’esperienza più faticosa e a cui non esiste risposta.

  3. Confrontati con altri: ascoltare l’opinione di chi ha vissuto prima di te un’esperienza uguale o simile alla tua può essere di aiuto, poiché può aiutare a mettere in rilievo dettagli non ancora presi in considerazione e può essere utile ascoltare consigli su come agire e superare il momento di difficoltà. Attenzione però a non soffermarsi su un unico parere: sicuramente non aiuta, in procinto del matrimonio, ascoltare la testimonianza di una persona divorziata o che ha alle spalle una relazione affettiva che non ha avuto lieto fine.

  4. Riduci il gap tra realtà e aspettative: quando il futuro è incerto, è facile perdersi in fantasie su come le cose potrebbero andare e questo potrebbe non aiutare se queste fantasie sono caratterizzate da pensieri catastrofici  o da pensieri troppo positivi rispetto a come le cose potrebbero verosimilmente andare. Potrebbe essere utile fare una lista di punti di pro e contro, di aspetti positivi e negativi che riguardano la trasformazione in corso: questo aiuta a non perdere d’occhio la realtà senza perdersi in aspettative che se ne discostano.

  5. non darti fretta: è plausibile che non ci si adatti immediatamente alla nuova condizione e che, anche quando i cambiamenti sono positivi (matrimonio, nascita di un figlio, nuovo posto di lavoro migliore del precedente), emergano comunque delle difficoltà.
    Questo non vuol dire che non siamo all’altezza della situazione o che abbiamo sbagliato scelta, ma che bisogna darsi del tempo per abituarsi, affrontando pazientemente gli imprevisti e le fatiche che man mano emergono.

Articolo scritto dalla dott.ssa Annarita Scarola psicologa psicoterapeuta

Spesso nel corso della vita si presenta la necessità di dover affrontare dei cambiamenti (la fine o l’inizio di una relazione sentimentale, la perdita del posto di lavoro, il trasferimento in un’altra città, la perdita di una persona cara, un… Condividi il Tweet
image_pdfScarica la Versione PdfStampa
Iscriviti alla newsletter di interapia

Iscriviti alla newsletter di interapia

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie di psicologia direttamente e i nmaniera gratuita nella tua casella di posta.

Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter